Archivi autore: Susanna Righetto

Informazioni su Susanna Righetto

I love sugar floristry. It gives me the chance to blend my passion for flowers and photography into something unique. I teach sugar floristry in Italy and the UK. Adoro i fiori di zucchero: mi danno la possibilità di fondere la passione per i fiori con quella per la fotografia, creando qualcosa di unico. Tengo corsi di fiori di zucchero in Italia e nel Regno Unito.

Rose & Fiori 2015

_SUZ1530

Vieni a trovarmi il 9 e il 10 Maggio 2015 alla mostra Rose & Fiori presso il vivaio Rose Rifiorentissime di Ciliverghe (Brescia).

_SUZ1515

La manifestazione di quest’anno è dedicata alle rose edibili, ma saranno esposte numerose altre varietà di questi bellissimi fiori.

_SUZ1404

Potrai anche vedere dal vivo come si realizzano i fiori di zucchero.

_SUZ1411

Ti aspetto a Ciliverghe!

Susanna

Tuberose, libri e torte romantiche

_SUZ0018

Non potrei essere più felice ed orgogliosa delle notizie che sto per comunicare. Oggi viene presentato l’attesissimo libro The Art of Sugarcraft, edito da B.Dutton Publishing Ltd, al quale ho avuto l’immenso piacere di contribuire.

Partecipare alla realizzazione di questa eccezionale “bibbia” della sugarcraft insieme ai più noti personaggi del settore è un onore, e il fatto che i miei fiori siano fra le poche immagini utilizzate nel comunicato stampa e per i materiali pubblicitari mi rende molto orgogliosa.

The Art of Sugarcraft AI Sheet

Quando sono stata contattata da B. Dutton Publishing per questo progetto, ho toccato il cielo con un dito. La richiesta era di creare un arrangiamento di fiori di zucchero che potesse accompagnarsi elegantemente ad una torta nuziale.

La mia filosofia, per quanto riguarda i fiori di zucchero, è “eleganza e understatement”; mi piace pensare che se le mie torte fossero poesie, sarebbero haiku piuttosto che barocche.

Ho immediatamente deciso che avrei realizzato qualcosa di diverso dalle tipiche torte nuziali, troppo spesso appesantite da una miscellanea di fiori diversi.

In questo caso ho preferito scegliere una singola varietà di fiore rendendola protagonista del progetto.

La scelta è caduta sulle Tuberose.

_SUZ0084-

Senza dubbio fiori dall’aspetto romantico, hanno eleganti petali bianchi piacevolmente ricchi, ideali per il mio scopo. L’unico difetto dei fiori in zucchero è l’assenza del profumo. La torta a due piani è ricoperta con due tonalità del verde più chiaro per fornire un delicato contrappunto.

_SUZ0643_tuberoseCake_croppedy

Come è mia abitudine, ho curato anche la fotografia. Fotografare i miei fiori di zucchero rappresenta per me il completamento ideale per ogni progetto, piccolo o grande. In qualche modo chiude il cerchio creativo.

Lavorare su questo progetto è stata una grande gioia e spero che il mio contributo possa ispirare i lettori a realizzare fiori di zucchero e splendide torte liberando tutte le proprie potenzialità creative.

Vorrei ringraziare  Jennifer Kelly e Frankie New di B.Dutton Publishing. Grazie per il vostro aiuto.

Purtroppo non mi sarà possibile partecipare alla presentazione del libro, che si terrà oggi in occasione della fiera annuale di Squires Kitchen. Spero in ogni caso che abbiate la possibilità di consultare il libro, concepito per essere una miniera di informazioni e idee: il manuale essenziale per principianti e professionisti che desiderino affinare le proprie abilità in queste 520 pagine di puro divertimento dedicato alla sugarcraft.

Tutorial Agrifoglio in Gumpaste

Holly-Xmas

Qui da Sugargarden fervono i preparativi per le feste di fine anno ma tra un progetto floreale e l’altro ho realizzato un piccolo tutorial da regalarvi per queste feste. Il tema è classico e intramontabile e la realizzazione è semplice ma di grande soddisfazione. Non mi stanco mai di creare l’agrifoglio e spero che anche voi vi divertirete come me!

Preparatevi quindi al Natale realizzando questi deliziosi rami di agrifoglio in pasta di gomma, completi di foglie e bacche. Potete realizzarli e conservarli in scatole di cartone fino al momento in cui sarete pronti per utilizzarli.

Facilissimo da realizzare ma di grande effetto, l’agrifoglio vi permetterà di decorare con eleganza i vostri panettoni, mini-cake e cupcake. Aggiungendo un cartoncino con il nome dei commensali potrete trasformare i rametti in originali segnaposto per la vostra tavola di Natale. Cosa state aspettando? Procuratevi il materiale necessario e cimentatevi con questo mini-tutorial.

Da parte mia vi auguro un felice e sereno Natale e un 2014 prospero e ricco di creatività.

Susanna x

tutorial

[Fai click sull’immagine per ingrandire]

 Materiale:
• Base antiaderente
• Base in spugna
• Piccolo matterello per gumpaste
• Ball-tool
• Colla alimentare
• Maizena e grasso vegetale
• Tronchesino per ferretti
• Pinze per ferretti
• Nastro da fiorista (guttaperca) verde
• Lacca alimentare e alcol isopropilico o per liquori
• Pennelli piatti per colori in polvere

 Bacche di Agrifoglio:
• Gumpaste bianca
• Ferretti n.33
• Colori alimentari in polvere – stella di natale, ruby, blackberry (nero)

 Foglie di Agrifoglio:
• Gumpaste verde chiaro
• Ferretti n.28
• Tagliapasta agrifoglio
• Venatore per agrifoglio o dresden-tool
• Colori alimentari in polvere – verde agrifoglio, foliage green

Foglie:

Lavorate bene della pasta di gomma verde chiaro (potete comprarla già colorata o colorare della pasta bianca con lo stesso colorante in polvere che utilizzerete per la superficie delle foglie). Stendetela sulla base antiaderente, precedentemente trattata con poco grasso vegetale, lasciando uno spessore al centro. Con un tagliapasta ritagliate la sagoma della foglia. Inumidite un ferretto (ca. 8/10cm) con della colla alimentare e inseritelo nello spessore al centro della foglia. Assottigliate i margini della foglia con il ball-tool e passate la sagoma all’interno del venatore, se lo usate. In alternativa, tracciate con il dresden-tool la venatura centrale e quelle laterali. Date una forma piacevole alla vostra foglia e lasciatela asciugare un po’ prima di colorarla con i colori in polvere agrifoglio e foliage.

Bacche:

Con il tronchesino tagliate dei tratti di ferretto lunghi ca.4cm e con la pinzetta realizzate dei piccolissimi ganci a una delle estremità di ciascuno. Colorate la gumpaste bianca con poco colorante in polvere rosso in modo da ottenere un colore piuttosto pallido. Formate delle palline di gumpaste della grandezza di un pisello. Inumidite di colla alimentare l’estremità con il gancio dei ferretti e inserite al centro delle piccole sfere di gumpaste, lasciando appena visibile la sommità del gancio sulla superficie della pallina. Con poche gocce di alcool (vodka, gin o altro liquore trasparente) e un pizzico di colorante nero (blackberry) formate un colore fluido e applicatelo con un pennellino sull’estremità del gancio rimasta visibile. Colorate le bacche con i coloranti alimentari in polvere.

Una volta asciutte, immergete le bacche e le foglie in una soluzione al 50% di lacca alimentare e alcool isopropilico (oppure alcool per liquori). In alternativa potete lucidarle utilizzando una lacca alimentare spray.

Assemblate per prime le foglie e poi le bacche con nastro da fiorista. Se vi piace, potete applicare un nastrino per rifinire il ramo.

Peonia Freehand

Peony 1

A few months ago I worked on a new kind of peony. It was something I’d been wanting to do for a long time but it seemed thetime was never right for this project. There was always something else, more important or urgent to do. Then, one day I found the time and inspiration to sit at my working table and began to give substance to what was in my mind.

My aim was to achieve something visually impressive but easy to make. Most of all, I wanted to shape it using my hands instead of cutters.

Peony 2

I’ve been making sugar flowers for quite a while now, and one of the things I favour is shaping blooms using as little equipment as possible, to make them really personal and unique.

I was extremely satisfied with the result. I knew from the moment I assembled the centre of the bloom that it matched exactly the picture i had in my mind. I was so happy that I grabbed my camera, shot a picture with the idea of sharing it on my blog.

Peony 4

Oddly enough, publishing the pictures of that flower after the photoshoot took almost as long as letting it out of my mind and into reality.

But in the end here it is, diligently photographed for you to enjoy and hopefully to provide inspiration. I hope you like it as much as I do!

Peony 3

Corso Squires School Luglio 2013

P1030726 copyLow

This year I seem to be blessed with the opportunity to teach my beloved sugar flowers beyond the borders of Italy. After attending Squires Kitchen’s Exhibition in England and Expotarta in Spain, last July I had the pleasure to be invited to teach a two-day class at Squires Kitchen International School in Farnham, Surrey.

Besides being my first two-day class in the UK, the course scored other pleasant records. The one I cherish the most is having the youngest student ever, a lovely, talented 14 years-old girl named Helena. In spite of her young age, Helena has already attended several classes and acquired quite an impressive experience for her age. I really admired her professional and determined approach to the course. I was also delighted to learn that another student had flown right from Ireland to attend my class.

P1030725_LowRes

The course was about one of my favourite combination of flowers: roses and hydrangeas. Well, I guess this might not be just a favourite of mine, since theclass sold-out pretty quickly!

Students worked hard and concentrated on techniques such as wiring petals and leaves, colouring each piece to obtain a rich, yet natural look and assembling their flowers to make them stand out.

P1030741 copyLow

Many of the students had little and some none-at-all experience of sugar flowers making. All made great flowers (you can judge by the picture of the lovely arrangements) and sported big, pleased smiles at the end of the course (I think this shows in the pictures too!). I felt my mission was accomplished.

P1030744_lowRes

Sometimes as I teach I tend to forget that I’m actually working, it is more like spending great time doing what I like the most, in company of lovely, like-minded people, sharing our love for the craft. This is literally how I felt about my class at SK’ school.

This relaxed feeling is highly supported by Squires Kitchen school environment. They provide the perfect conditions to learn in a professional, friendly atmosphere.